Ferrari: investimento da 100 mln, apertura per aprile 2017

Ferrari con PortAventura Resort lanciano il parco tematico da record in Spagna.
Ferrari è sinonimo di unicità in ogni suo elemento. Unicità che porta anche alle scelte più stravaganti come quella di costruire un parco tematico a PortAventura Resort in Tarragona, Spagna, uno dei più grandi parchi divertimenti in Europa con oltre 60 milioni di visitatori dall'inaugurazione nel 1995 (4 di media quelli annuali), un miliardo di euro di investimenti cash, 5 hotel, piscine, campi da golf, spettacoli continui, due mesi di repliche del Cirque du Soleil, 105 ettari di superficie e tremila posti di lavoro diretti.
 
I vertici del Cavallino diventano quindi partner per quest’avventura con Investindustrial, azionista di maggioranza con il 50,01% del Resort spagnolo (mentre il fondo KKR detiene il 49,99%) che porterà alla nascita FerrariLand su un’area di oltre 60 mila metri quadrati, per circa 100 milioni di euro. L’inaugurazione è prevista per aprile 2017. La Ferrari ha seguito fin dall' inizio la progettazione, ma non parteciperà direttamente all'investimento sorvegliando “solamente” la valorizzazione del marchio (di cui PortAventura è licenziataria esclusiva per i prossimi 30 anni in Europa e nella Federazione Russa) seguendo passo passo la tematizzazione del parco.
 
“Non è solo un museo, non è solo un parco giochi, è un’esperienza Ferrari che significa storia, passione, cultura, divertimento, alta competenza di tecnologia”, spiega Giovanni Cavalli, modenese, general manager di PortAventura, “ci sarà pure un ologramma fantastico dove Enzo Ferrari racconterà la sua vita. Vogliamo essere ambasciatori di questa incredibile eccellenza italiana, il brand più conosciuto al mondo. FerrariLand proporrà riferimenti tipici di Maranello, come la casa del Drake, la prima fabbrica della Rossa, la trattoria ispirata ai momenti più emblematici della scuderia e, in una fase 2, la costruzione del primo hotel Ferrari al mondo. Inoltre non mancheranno i riferimenti ai grandi monumenti dell’architettura italiana, il Colosseo, Palazzo Ducale, la Scala. Il tutto a meno di 100 km da Barcellona, in piena Costa Dorada, un posto logisticamente perfetto per essere raggiunto da tutta Europa”.
 
Per ora però non ci sono piani per un’apertura dedicata alla Rossa in Italia e sarà necessario volare in Spagna per provare l’Acceleratore Verticale. Con 112 metri sarà la montagna russa più alta d' Europa e quarta al mondo: i passeggeri saranno spinti verso l’alto sperimentando le stesse sensazioni di una partenza di F1, raggiungendo in soli 5 secondi i 180 km/h, con un'accelerazione di 1,35 G. Poi "cadranno" nel vuoto con un'inclinazione massima di 90°.   



Categorie: 
169 posts in Post